09 gennaio 2007

Risotto ( !? in pentola a pressione ?! )

Lo devo ammettere,ho sempre pensato che la pentola a pressione fosse una delle invenzioni dell'uomo più inutili che esistano,devo un po' ricredermi!Causa necessita' (mancanza cucina e gas)l'ingegno e stato:piastra elettrica (brasero per intenderci) e pentola a pressione.
Ovviamente qui, la professionalità e l'esperienza la fan da padroni...il resto una scoperta!
Il trucco sta nel trovare la proporzione esatta tra riso, brodo e tempo e, il gioco e' fatto.
Insomma, per un totale di 10 minuti il riso è pronto; scordatevi il rimestolio continuo e le continue rabboccate di brodo, bastano due gesti, brodo e riso in un colpo solo!
Qui di seguito le dosi base per un risotto,meglio ancora: le proporzioni; il gusto(?) sceglietelo voi, il mio esperimento era con i funghi.



300 g di riso (arborio o vialone nano)
600 ml di brodo (di carne o verdura; a seconda )
1/2 bicchiere di vino bianco
un cucchiaio di burro
1/2 carota
1/2 cipolla
3 cucchiai di parmigiano

Tritare la cipolla con la carota, finemente.Nella pentola a pressione versare un filo di oilo e far soffiggere.Aggiungere il riso, farlo tostare qualche secondo, mescolandolo.Aggiungere il vino e far sfumare a fiamma vivace.
Aggiungere in un sol colpo il brodo, mescolare, chiudere il tappo della pentola ,abbassare la fiamma e calcolare dall'inizio del fischio della valvola 8 minuti.
Speggnere il fuoco e far uscire interamenete il vapore.
Aprire il coperchio, mescolare, aggiungere il burro, il parmigiano, amalgamere il tutto e servire immediatamente.

Vi giuro che il risultato e sorprendente!!!

23 commenti:

ape ha detto...

quella cremina viene con la pentola a pressione?

a casa si usa la pentola, ma per lunghe cotture: tipo cinghiale, roast beef o per un minestrone più vitaminico...è un ingombro in cucina, ma usata spesso è un punto per la salute.

uovosodo ha detto...

Ape:eh già, viene proprio una cremina davvero sorprendente, che poi viene perfezonata dopo la mantecatura!

il maiale ubriaco ha detto...

ho trovato un attimo di tempo per farmi un giro fra blog...ma com'é sta storia del risotto in pentola a pressione? Simpatico!! provo? magari un bel risottino alla bolognese!!
mmmmmmmm

Saluti

Re

nanna ha detto...

solo 8 minuti? val la pena provare! :)

bian ha detto...

..io non ho mai usato una pentola a pressione...in realtà mi ha sempre inquietato...sarà colpa del nome, è troppo minaccioso!
...però mi hai convinto, proverò!!

ape ha detto...

c'è un Meme per te..

uovosodo ha detto...

maiali:il risotto alla bolognese...ma come si fa?

ape ha detto...

il termine meme deriva dallo studio dei modelli evoluzionistici del trasferimento delle info,la memetica appunto...

non si tratta di cose complicate, solo di catene di sant'antonio che tu abbellisci con la tua testa, con info che riguardano te, come una ricetta o un test o una foto di cagnolini..

il Signor Panza ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
franci ha detto...

Finalmente qualcun altro (oltre a me!) che utilizza la pentola a pressione. L'anno scorso, per causa di forza maggiore, in famiglia potevamo cucinare solo con pentola a pressione o forno e così abbiamo iniziato a sperimentare... e devo dire che siamo rimasti favorevolmente colpiti e non mi stupisco nel vedere il risultato del tuo risotto!
ciao
Franci

uovosodo ha detto...

credimi anche per me è stata una scoperta!
Nonostante tutto, lascio l'uso della pentola a pressione solo ai casi "estremi".In generale preferisco gli strumenti e le cotture tradizionali.

Pip ha detto...

Ma che bello, un risotto in 10 minuti! Grande esperimento, bravissima, lo proverò senz'altro! :)

Tommaso Farina ha detto...

Da milanese, l'uso che hai fatto di quel riso mi è assolutamente indigesto... :-(

Se vuoi usare il riso in pentola a pressione, vai su www.risozaccaria.com, e troverai ricette sicuramente più appropriate di questa. Un riso in pentola pressione va preparato come se fosse un riso lesso da condire poi più avanti con sughi o altro. La pentola a pressione impedisce ciò che è indispensabile per la riuscita di un buon risotto: il mescolare ininterrottamente, aggiungendo all'occorrenza il brodo. Poi, mi sembra che hai fatto una mantecatura un po' sommaria.
Scusa se sono così rompiscatole, ma per me il risotto è un pilastro gastronomico... :-)

Liborio ha detto...

ERESIA!!! Concordo con Tommaso Farina. Il risotto è un arte, uan goduria per il palato, appunto un pilastro della gastronomia italiana. Con la pentola a pressione semmai puoi bollirlo non quella cosa che tu hai descritto. Perdona anche me se sono stato come dire... crudo! :-o)

uovosodo ha detto...

certo che son d'accordo con voi ,il risotto fatto ad arte è un altro.
Ma il mio post voleva solo rendere partecipe del fatto che il risultato ha sorpreso anche me,e il riso in questione nn è affatto indigesto!Mi piacerebbe farlo assaggiare anche a voi!

Carlo Zaccaria ha detto...

Ciao Uovosodo, innanzituto complimenti per le tue ricette, intervengo però per fare alcune considerazioni, in quanto ritengo che il piatto da te preparato non debba essere chiamato risotto. Il risotto si prepara esclusivamente secondo il metodo tradizionale che prevede l'aggiunta del brodo in modo progressivo durante la cottura. Ritengo pertanto che il piatto da te preparato si possa definire semplicemente come: Riso Arborio con funghi, oppure riso Arborio Mantecato con funghi.

Sono comnque d'accordo che i risultati da te ottenuti siano sorprendenti, da tempo consiglio per alcune preparazioni di bollire il riso in pentola a pressione; questo tipo di cottura determina una più rapida gelatinizzazione dell'amido, si ottiene così un riso dalla consistenza particolare e con un granello che rimane più piccolo ma più perfetto.
Ciao e A presto.

Liborio ha detto...

Si potrebbe azzardare una prova, località?
Intanto dai un'occhiatina al video che riprende la preparazione di un risotto mantecato al Bettelmatt pubblicato sul mio blog.

uovosodo ha detto...

grazie a tutti per i consigli

Anonimo ha detto...

io avevo un pò timore per la pentola press. m visto che le vendo ho provato ad usarla e ora non la mollo +.
ci faccio di tutto il mio piatto forte è il risotto ai fiori di zucca...consiglio a tutti di iniziare ad usarla se non l'avessero ancora fatto.
lagostina per sempre

Anonimo ha detto...

io sono 10 anni che cucino il risotto con la pentola a pressione ed il risultato e' davvero ottimo...non esitate, provare per credere,attenzione solo alla dose di acqua provate provate e non credete a quelli che dicono che non funziona!!!!

Anonimo ha detto...

A chi parla di eresia: da poco ho scoperto il risoTTO con la pentola a pressione, che trovo la più bella invenzione in cucina! Ora preferisco il riso alla pasta, impegna meno! Certo, avendo tutto il tempo che vorrei a disposizione mi dedicherei alla cottura nel modo tradizionale, ma provate voi a fare un risotto alle 19.30 appena tornati dal lavoro, con il bimbo di 1 anno che ha già fame e si attacca come un polpo al polpaccio, vuole vedere, vuole assaggiare, vuole l'acqua, vuole una coccola, anche il padre del bimbo è appena tornato dal lavoro ma purtroppo non può collaborare da sotto la doccia... AIUTOOOOO!! Basta, mi sono stufata di staccare riso bruciato dal fondo del tegame, meglio la pentola a pressione, il risotto tradizionale quando il bimbo sarà alle elementari!!

Anonimo ha detto...

molto intiresno, grazie

MiC ha detto...

Ti chiedo un aiuto!
Anch'io cucino il risotto nella pentola a pressione e lo trovo ottimo.
Però l'ho sempre preparato in piccole quantità, 300-400g al massimo, sai se riesce bene anche per quantità "importanti"? ...tipo 1,5 kg di riso!